Con-Renato-Villalta

In aula con Renato Villalta sul gioco di squadra

La performance è la realizzazione concreta di un’attività, di un comportamento e per estensione di una prestazione particolarmente valida, un risultato di alto livello.
Tutta la nostra attività di trainer e coach è guidata dalla formula:

P= p – i

Dove la P grande sta per livello di performance, la p piccola per potenziale e la i per interferenze: a questo livello aiutiamo le persone e le organizzazioni ad aumentare il proprio potenziale, lavorando sulle interferenze che non permettono loro di esprimere al meglio il proprio potenziale.

A chi si rivolge il mental coach?
Ad allenatori, atleti, squadre, professionisti (musicisti, cantanti,…), team, public speaker
,… che hanno bisogno di gestire al meglio lo stato mentale per un’attività di breve o media durata.

Per esempio quando si parla di allenamento di un atleta, generalmente ci si ferma a pensare a due elementi di base: l’allenamento del fisico (potenziamento, resistenza, elasticità …) e l’allenamento al gesto tecnico caratteristico della determinata disciplina.

Della mente non si parla quasi mai e, quando lo si fa, lo si fa generalmente per constatare, a giochi fatti, come sia mancata la necessaria tranquillità mentale per ottenere il tanto agognato risultato.

Un allenamento completo prende in considerazione anche l’aspetto mentale.

Il mental coach interviene per individuare obiettivi ben formati, trovare la giusta motivazione, gestire le emozioni e la pressione, restare focalizzati sulle soluzioni e non sui problemi, attivare la concentrazione, entrare nello stato di flusso funzionale e dare il meglio di sé.